© 2025 DHPIù

Maggiori informazioni

DUO NUX  | VIVAIO ARTISTS

Centro Nazionale di Produzione della Danza

1/1

1/1

GLICEMIA500

IDEAZIONE E INTERPRETI | ALICE CARRINO E CRISTIAN CUCCO

foto di scena Michela Piccinini

musiche | Chris Costa e Alvise Pirovano 

scenografia Beppe Carrino e Marco Gaviraghi Callon 

luci e costumi Matteo Bittante
UNA PRODUZIONE DANCEHAUSpiù  durata 50"   o  durata 20"

Glicemia500 è una metafora visionaria ed onirica di un percorso interiore che ogni essere umano si ritrova ad affrontare in qualche momento della vita: dalla solitudine come momento di buio, caos, vuoto primordiale interno, alla ricerca della luce, una nuova coscienza della propria identità individuale nel mondo. In scena due danzatori, lei e lui. Sono la stessa persona, la parte esterna e quella interna. Lei, sommersa da una montagna di carte di caramelle che invadono lo spazio. Lui che emerge dall’oscurità.

Dopo il tentativo di scansare l’abisso grazie alla reiterazione di occupazioni futili che la realtà ci propone con lo scopo di stornare la mente, si passa attraverso il mondo colorato
dell’immaginazione, un’evasione che alleggerisce il cuore ma che è destinata a svanire come una bolla di sapone.




Glicemia500 is a visionary and dreamlike metaphor of an interior journey that every human being has to face at a certain point of his life: from loneliness as a dark moment, chaos, primordial internal empty space, to the research of light, a new awareness of our own individual identity In the world.
Two dancers on stage, him and her. They are the same person, the external and the internal part. She is drowned by a mountain of candy wrappers that invade the space. He arises from the darkness.

After the attempt of avoiding the abyss due to the reiteration of pointless activities that the reality offers us with the aim of distracting the mind, we cross the colorful world of imagination, a break out that lightens the heart but that is destined to disappear as a soap bubble.