© 2025 DHPIù

Maggiori informazioni

DOC 1 / LED: Light Emitting Darkness

February 7, 2017

© Philippe Weissbrodt

 

Gioco di luci e ombre nello spazio scenico dell’algerino Philippe Saire, che debutta a Milano in occasione del Festival Exister con due produzioni: Neons e Vacuum. In NEONS|Never Ever, Oh! Noisy Shadows la rappresentazione è plasmata dall’impiego di neon e led luminosi, sulla scia dei quali si muovono i due interpreti Philippe Chosson e Pep Garrigues. L’intervento della musica è intermittente: irrompono di tanto in tanto le arie di Maria Callas che sembrano esasperare un’atmosfera già densa di contrasti. Il ritmo della scena è scandito dalle parole che scorrono sui led, che spesso inciampano, si ripetono, si fermano: accanto all’astrazione di “è sismico”, o “mi sono svuotato”, “niente” , fa irruzione la realtà concreta di “dobbiamo lavarci” o “le tue rughe”. Lo stesso fanno i due performer in un dialogo quasi carnale che li rende magnetici, due forze in continua lotta che tuttavia non riescono a separarsi. Ne risulta un ambiente volutamente straniante, che seduce lo spettatore ma allo stesso tempo lo abbandona sull’uscio, incapace di razionalizzare e, di conseguenza, di addentrarsi e lasciarsi coinvolgere. Più avvolgente risulta invece l’universo etereo di Vacuum, dove Saire sembra sperimentare modalità performative più affini all’arte visiva e installativa. Sul palcoscenico emergono dal buio solo immagini sospese: parti di corpi nudi che si alternano e si trasformano, illuminate da due tubi al neon.

 

Lo spettatore osserva contemporaneamente fuori e dentro di sé, posto di fronte a macro-fotografie del suo stesso organismo, fatto di muscoli, cavità, simmetrie e disarmonie, in un’atmosfera in cui il silenzio fa da padrone. Soltanto nel momento in cui lo sguardo del performer incontra quello dello spettatore lo spazio sonoro si anima di rumori per poi tornare immediatamente silente, vacuo.

 

NEONS e VACUUM

concept e coreografie di Philippe Saire

Please reload

Recent Posts

July 5, 2019

Please reload

Archive
Please reload

Please reload

Follow Us
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square